161 Views

La seconda volta che atterrai in California per fare un camp  professionale di allenamento , mi sentivo più Confindet . Perché per me  la mia prima esperienza non fu proprio una passeggiata . Comincio con il dirti che quando feci il mio primo camp nell’aprile del 2017 , non parlavo bene inglese , e il mio approccio alla pronuncia americana fu un disastro. Ricordo ancora che dopo essere stato portato a casa dal maestro Jason Manley appoggiai le valigie , tirai un sospiro di sollievo e venni accolto dagli altri inquilini della casa .Che con molto entusiasmo e curiosità vennero a presentarsi . Un semplice ‘hey nice to meet you ‘ detto con quella scioltezza e quella pronuncia mi sembrava un’altra lingua !

Passai le prime settimane senza capire niente … facevo solo dei gran sorrisi e dicevo sempre yess ! yess !

Ma così facendo mi  trovai presto  a fare cose che non volevo o in situazioni imbarazzanti .

Mi resi conto che era giunta l’ora d’imparare l’inglese per bene ! altrimenti avrei passato il resto dei miei camp a mangiare e fare cose non volevo  .

Tenevo un Diario di tutto ciò che imparavo e che sapevo ,avrebbe arricchito la mia crescita come formatore e come atleta.

Infatti una volta tornato in Italia  Dedicai del tempo ad imparare l’inlgese , e a coltivare tutte le skill , le strategie e le tecniche che avevo imparato e che avevo scritto nel mio diario di camp .

Il secondo camp per me fu una vera sorpresa ! non solo il mio inglese era migliorato e potevo tranquillamente parlare con tutti , ma le skills che avevo raccolto nel mio diario e che avevo allenato cominciarono a dare i suoi frutti !

Infatti non ero più un dummy di pezza, con cui provare le mosse fantasiose , ma un fighter  competitivo che cominciava a vendere cara la pelle .

Il mio primo allenamento , fu con il fighter UFC Mikey Gall della categoria pesi welter , che rispetto a me che combattevo nei piuma era un gigante .

Ricordo che il maestro Jason Manley ci fece vedere degli attacchi di ghigliottina veramente efficaci e non convenzionali , e dopo un ora e mezza di “pratice “ , arrivò finalmente il momento dello sparring .

Si trattava di uno sparring di lotta no gi , e per quanto Mikey fosse rispettoso e a suo modo delicato , non  lasciò neanche un centimetro ! Era la prima volta che mi misuravo con un fighter UFC e per me fu un banco di prova epico .

Cominciai a capire quali differenze cerano tra un fighter del mio livello e un fighter della UFC . La risposta si traduce in dettagli e ore di allenamento.

I super pro delle MMA hanno padroneggiano dei dettagli capaci di trasformare una tecnica per noi scontata e poco efficace in un’arma inarrestabile .

L’esempio più lampante che mi viene in mente mentre scrivo queste righe , è per esempio sulla rialzata tecnica . Quando per esempio un avversario impone il suo wrestling e tu finisci schiena a terra chiamando guardia .

Questa situazione nelle MMA non è proprio delle migliori , perché anche se hai un bjj di fuoco  stare schiena a terra, ti espone ad un pericolosissimo ground and pound.

La rialzata tecnica consiste nel mettere le gambe di sbarramento tra te e il tuo avversario per poi rialzarsi schiacciandolo al suolo .

Conoscevo già  questa tecnica e l’avevo drillata parecchio prima di metterla nello zaino delle cose che non funzionano .

La sorpresa fu vedere come invece li in California , le tecniche che io avevo catalogato come inefficaci funzionavano e funzionavano anche bene!

Questo perché i dettagli che venivano associati al gesto tecnico, erano minuziosi e molto efficaci . Si trattava di angolazioni , punti specifici della testa su cui fare  pressione , e modi particolari di spingere prima con la mano , poi con l’avambraccio e infine con la mano il suolo.

Ricordo ancora le parole del Coach Jason come se mi stesse parlando in questo momento.  Disse “Dettails is not there” ….. che tradotto  significa :  qui mancano i dettagli .

Quando mi spiegarono perché la mia tecnica era inefficace capii il valore dei dettagli. E capii che cosa significa fare un camp di alto livello ,con dei veri professionisti.

Esattamente quello che voglio ricreare al cobra camp la prima vacanza allenamento per le MMA .

Voglio ricreare le condizioni di un camp di alto livello così che la crescita di chi vi partecipa sia solida e ricca di dettagli !

Iscriviti nel Form o contattami per partecipare .Sarai aggiornato in anteprima su tutte le novità.

Contattaci
+39 3669530016
Mail
infocobracamp@gmail.com
Quando
21-22-23 maggio 2021